Dalla “Notte delle stelle” di domani – sabato 10 agosto – alla Mostra Fotografica “Sulle tracce di Matera“, patrimonio UNESCO di domenica 11 agosto. Un week end in cui la Moda e il Design incontrano la Tradizione e la cultura cilentana, che si fondono con le arti e le maestranze napoletane.

La designer partenopea Ginevra Giannattasio incontra un’artista, pittrice e talentuosa donna cilentana Maris Schiavo: un abito del brand “Vesuvius Fiori di Corallo” infatti omaggerà la Dieta Mediterranea grazie alla creatività della pittrice Maris Schiavo con una tecnica (Dress Painting) che personalizzerà, in maniera assolutamente unica, l’abito della collezione.

La designer Ginevra Giannattasio con i suoi abiti mira alla valorizzazione di luoghi e territori italiani. Gli abiti simbolo testimoniano i mos maiorum italici, narrando usi e costumi del nostro popolo e la storia dei nostri territori.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è foto3.jpg

Appuntamento domani a Galdo di Pollica: Sabato 10 Agosto, alle ore 21.30, sarà la “Notte delle Stelle”: Notte di Musica e di Moda, Arte e Canto. In un luogo ricco di suggestioni come l’Auditorium Santo Nicola, alla seconda edizione di una rassegna di eventi coordinati da Michele Gatto, architetto che ha inteso valorizzare questo luogo ricco di storia e fede con iniziative culturali. Nella serata di sabato 10 agosto

“ Sono felice di poter raccontare il Cilento attraverso questo mio abito. Durante il mio soggiorno sono rimasta colpita dai borghi del Comune di Pollica. Immediatamente insieme all’Arch. Michele Gatto e a Valentina Marano abbiamo immaginato di organizzare un evento presso l’Auditorium Santo Nicola, luogo ricco di suggestioni che si trova nel piccolo e caratteristico borgo di Galdo Cilento. Ho avuto modo di visitare Celso e devo dire che sono stata stregata da questo piccolo paesino ricco di storia. La cappella della famiglia Pignatari mi è entrata nel cuore e posso affermare che ha ispirato una parte del mio abito concepito e realizzato in collaborazione con la Pittrice Maris Schiavo”– ha dichiarato Ginevra Giannattasio.

E’ la notte delle stelle, la notte dove le donne, come Valentina Marano, cooperano e uniscono le forze per raggiungere un obiettivo comune.

Napoletane, cilentane, americane, africane o di qualsiasi altro Paese del mondo le donne sono una vera e propria forza della natura.

Una notte dove il Canto di Annibale Mazziotti, interprete dal canto gentile e figlio di questa terra, la Moda e la Tradizione saranno i protagonisti con l’obiettivo di raccontare il Cilento, di valorizzare un territorio tanto complesso quanto ricco di risorse attraverso lo scambio e l’incontro di diverse culture.

Un evento che ha come obiettivo la valorizzazione dei borghi Cilentani.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pollica.jpg

“L’obiettivo è quello di valorizzare i nostri luoghi e soprattutto le zone interne, questo evento coniuga arte, musica, moda e cooperazione. Un ringraziamento speciale per la collaborazione va all’Arch. Michele Gatto e in particolare alla  pittrice Maris, la quale ha subito accettato di collaborare con il Brand Vesuvius Fiori di Corallo con il suo talento”- ha dichiarato Valentina Marano.

“Non appena mi è stato proposto questo progetto, benché sia molto impegnata, ho subito accettato la sfida. Dipingere è la mia passione e negli ultimi tempi mi sono dedicata al dress painting. Lo scorso anno, infatti, ho avuto l’onore di partecipare alla quarta edizione del Gran Gala estivo “The Day of the Summer Fashion and Art” della fashion designer Eeleonora Altamore tenutosi a Roma dal tema “In viaggio con gli etruschi” dove ho presentato un mio abito. Quest’anno una nuova sfida con la designer Ginevra Giannattasio,una sfida che unisce talento e anche cuore in quanto il cilento è la mia casa, le mie radici e dunque posso affermare che in questo abito oltre alla mera rappresentazione c’è tanto cuore e tanta emozione.  E’ sempre appagante collaborare e cooperare con le donne, creare rete e nuove sinergie” – ha dichiarato la pittrice Maris Schiavo.

Dal 28 Giugno 2019, nelle Sale del Castello dei Principi Capano di Pollica (SA), è presente la Mostra Fotografica “Sulle tracce di Matera” del prof. Lucio Squillante, curata dal Giornalista Antonio Pecoraro ed allestita dall’arch. Michele Gatto.
L’esposizione fotografica raffigura temi riguardanti la Città dei Sassi quali la Cripta del Peccato Originale, il folklore religioso, i Sassi e la Gravina, ed omaggia Matera (Patrimonio UNESCO) insignita del titolo di Capitale Europea della Cultura 2019.
La mostra fotografica sarà visitabile in tutto il periodo estivo.
Dal domenica 11 Agosto 2019, nelle Sale del Palazzo Vinciprova di Pioppi (SA), sarà presentata la Mostra Fotografica ” Sulle tracce di Matera”, che vede ulteriori “tracce” fotografiche qui esposte.

In questo contesto si collocherà uno degli abiti della collezione di Ginevra Giannattasio dedicato a Matera 2019, prima capitale europea della cultura del Mezzogiorno, che racconta di un Sud creativo capace di offrire possibilità di sviluppo e dare fiducia alle nuove generazioni. “Napoli che incontra Matera – spiega Ginevra Giannattasio – è il Sud che si riscatta con la cultura: ho voluto narrare la storia di questa città senza tempo sull’abito, dipingendo le opere di Dalì contemporanee e il Cucù uccello mitologico simbolo della tradizione dell’artigianato lucano”.

In occasione del Vernissage Fotografico, presso Palazzo Vinciprova di Pioppi, sarà presentato anche il nuovo abito di cui sopra, in esclusiva, ideato sempre dalla designer Ginevra Giannattasio e dipinto dall’artista cilentana Maris Schiavo, che omaggia i luoghi del Cilento dove la Dieta Mediterranea è stata decodificata e valorizzata. Un abito che racconta non solo la Dieta Mediterranea ma il Cilento e i suoi borghi caratteristici che hanno ispirato la designer partenopea la quale ha dato vita ad una creazione ricca di suggestioni e rimandi storici. Un abito che si rivela come una vera e propria incursione simbolica che rimanda alla storia, alle tradizioni, alla cultura del Cilento.